Presentato il progetto per il nuovo casello Verona Sud.

Presentato il progetto per il nuovo casello Verona Sud.

Prima verrà realizzato il progetto delle cosiddette opere ‘invarianti’,  con vantaggi immediati per i flussi di traffico che gravitano sulla zona e quindi per i quartieri. Con la A4 saranno infatti connesse le tangenziali cittadine.
La variante alla Statale 12 con lo svincolo dell’ Alpo e lo snodo viabilistico alla Marangona, con un accesso veloce alla nuova caserma dei Vigili del Fuoco. Il tutto sarà  collegato da e per il parcheggio scambiatore e il deposito mezzi del trasporto pubblico della Genovesa.
Benefici ci saranno anche sul fronte ambientale e sull’utilizzo dei mezzi alternativi all’auto. Il trasporto pubblico viaggerà su una corsia riservata dimezzando i tempi di percorrenza verso la fiera e il centro città.
Mentre il grande parcheggio scambiatore sarà a disposizione per lasciare le auto ed usare i mezzi pubblici.
 Con il progetto di A4 Holding il traffico diretto in città sarà distribuito su ben tre direttrici, viale delle Nazioni, via Genovesa/Morgagni, via Vigasio/Esperanto. Una soluzione che  libererà i quartieri limitrofi dai problemi legati al traffico e allo smog.
 Novità inserita nel progetto preliminare, è  la grande piazza Ipogea, dotata di trasparenza pedonale e di fermata bus a servizio di un rilevante bacino di utenza. La piazza sarà sovrastata dalla rotatoria Europa, per un’innovazione viabilistica ed urbanistica che sarà anche piacevole da vedere.
Una prima fase di intervento e già approvata a PEF , partirà tra circa 18 mesi, necessari per la redazione dei progetti definitivi ed esecutivi. Una volta realizzate queste opere si procederà con la soluzione ‘simmetrica’,  individuata come quella che apporta più vantaggi in tema di viabilità e flussi di traffico.
Il progetto si può così sintetizzare:
Rete autostradale:
i due caselli simmetrici permetteranno di regolare il traffico in entrate e in uscita, sia in direzione Milano che Venezia.
Tangenziali:
 dall’uscita di entrambi i caselli verranno realizzati i collegamenti con le tangenziali cittadine, per un’immissione rapida nel circuito viabilistico e uno sgravio importante di traffico sulla rete viaria cittadina.
Parcheggio scambiatore da 5 mila posti:
Sarà  alla Genovesa facilmente accessibile dall’autostrada, dalle tangenziali, ma anche dalla variante alla statale 12.
Trasporto pubblico locale:
 avrà una doppia corsia completamente dedicata che dal parcheggio scambiatore arriva fino alla piazza Ipogea. Circa un chilometro e mezzo di corsia preferenziale in cui circoleranno solo i mezzi pubblici, senza rallentamenti, a velocità costante, con tempi di percorrenza sicuri, anche durante le manifestazioni fieristiche.
Variante alla statale 12: 
sarà integrata alla nuova rete viaria con collegamenti diretti alla tangenziale.
Piste ciclabili:
la rete delle piste ciclabili viene integrata con itinerari est-ovest e nord-sud.
G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui