Il primo Mura Festival al bastione di San Bernardino.

Il primo Mura Festival al bastione di San Bernardino.

Il 31 agosto  parte l’iniziativa voluta dall’ Amministrazione per valorizzare il patrimonio difensivo delle mure, tra Porta San Zeno e Porta Palio. Tantissimi gli eventi fino al 31 ottobre.
Una rassegna  adatta a tutti:
  • ai più piccoli
  • alle famiglie,
  • ai giovani
  • agli sportivi,
  • agli amanti del teatro
  • a quelli della buona cucina, con la presenza di food truck a tema.
 Il progetto  promosso quest’anno dal Comune per i 20 anni dal riconoscimento di Verona quale patrimonio mondiale Unesco, è all’insegna della sostenibilità e dell’impatto zero. Massimo rispetto di un’area che è patrimonio Unesco e come tale va tutelata.
Le vecchie panche lasceranno  spazio ai plaid stesi  sull’erba. Al posto delle seggiole ci saranno le balle di fieno . Una pedana in legno sarà invece il palco per spettacoli e concerti.
La maggior parte degli eventi sarà gratuita. Il Comune  si sovvenzionerà con gli introiti delle somministrazioni e dello sbigliettamento delle iniziative a pagamento.
Megareti, la società del gruppo Agsm Verona che si occupa delle infrastrutture per l’energia elettrica ha dotato l’area di quattro contatori. Per la prima volta il bastione di San Bernardino sarà illuminato anche di sera, per essere fruibile in tutta sicurezza dai cittadini.
L ‘assessore ai Rapporti con l’ Unesco ha così commentato:
“Non era per nulla scontato che riuscissimo a realizzare un festival di tali dimensioni. Un’idea che inseguo da molto tempo e che solo di recente sono riuscita a concretizzare. Merito delle numerose associazioni e realtà del territorio che, come me, credono che questi luoghi della città debbano trovare una nuova anima. Un centro che  si apre a cittadini e turisti, con iniziative mai fatte prima. Questo è l’anno zero, ma non ci fermiamo qui”.
Poi specifica:
“Cominciamo dal Bastione di San Bernardino perchè quest’area demaniale è già entrata a pieno titolo di proprietà del Comune. Diversamente dai compendi di cui abbiamo solo la concessione da parte dell’Agenzia dello Stato. Qui possiamo sviluppare progetti e iniziative anche di tipo commerciale ed economico”.
Conclude dicendo:
“L’attenzione dei veronesi per questi luoghi non convenzionali è molto alta. Vogliamo che il festival non solo diventi un appuntamento fisso ma anche allargarlo ad altri tratti della cinta muraria”.
Informazioni e programma completo sulla pagina facebook @murafestival.
G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui