Variante 29: manifestazioni d’interesse per la rigenerazione di aree degradate.

Variante 29: arrivate le manifestazioni d’interesse per la rigenerazione di aree degradate.

Anche i comitati cittadini hanno presentato delle manifestazioni, tra tutti il comitato fossi di Montorio per l’ex Sapel e per la chiesetta di Santa Maria della Rotonda e il comitato ‘Un parco per la città’ per una proposta sull’ex cava Speziala.

 L’iter per la nuova Variante 29 prevede ora il passaggio in Giunta, nelle Circoscrizioni comunali e in Commissione Terza, per approdare in Consiglio comunale entro l’estate.

A presentare le proposte arrivate, questa mattina in diretta streaming, il sindaco Federico Sboarina e l’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala. Presenti anche il professor Paolo Galuzzi del Politecnico di Milano che collabora alla stesura della Variante 29 e il dirigente dell’Urbanistica Arnaldo Toffali.

Come ha spiegato l’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala:
“Il bando ha avuto un grandissimo riscontro, sono arrivate tantissime manifestazioni d’interesse che da sole riqualificheranno oltre un milione di metri quadri urbani. Senza contare la diversità degli interventi proposti, la maggior parte dei quali riguardano i servizi pubblici, e quindi sarebbero a favore dell’intera collettività . Un chiaro segnale che è proprio nelle aree dismesse il futuro della città, coerentemente con l’obiettivo di non consumare più nuovo suolo. Al bando hanno aderito anche edifici abbandonati da tantissimo tempo come Villa Pullè e l’ex Campone. Tanti spazi dislocati in tutti i quartieri. Proposte di livello qualitativo alto che ci hanno davvero stupito soprattutto per il primo modulo della rigenerazione urbana. Ma anche negli altri ambiti, tra cui 11 riqualificazioni ambientali”.

G R

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui