Verona, messa a dimora più di mille piante al Pestrino.

 In via del Pestrino, tra il parco giochi e le scuole comunali dell’infanzia, è stato recuperato uno spazio comunale di 6 mila metri quadri, un’area verde incolta, che, dopo la pulizia e il taglio della vegetazione spontanea  sono state piantate mille piantine di alberi pronte a crescere.

Aceri campestri, carpini, frassini, pioppi, ma anche alberi da frutto come prugnoli selvatici e noccioli, sono state messe a dimora l’ultima parte di quelle previste per i “Nuovi nati” nel biennio 2017- 2018.

Complessivamente, negli ultimi 6 mesi sono stati piantumati 4.200 alberi in città, tra i quali 1.900 alla Bassona, 300 in Borgo Venezia, 900 in Borgo Roma, per una spesa complessiva di 230 mila euro. Nello stesso periodo il Comune ha piantato anche altre 450 piante ad alto fusto in diversi quartieri.

A verificare il lavoro fatto negli ultimi giorni, il sindaco Federico Sboarina, l’assessore ai Giardini Marco Padovani e il presidente della quinta Circoscrizione Raimondo Dilara, insieme al vicepresidente Floriano Rossi.

“Come promesso stiamo portando avanti una vera e propria riforestazione urbana, per incrementare il verde in ogni quartiere, specialmente nei quartieri in cui c’è maggior bisogno di agire per la qualità dell’aria – ha detto Sboarina -. In questi anni ci siamo impegnati con numerose nuove piantumazioni, per mantenere il saldo sempre positivo. Ora stiamo predisponendo quelle del prossimo autunno, per i bambini nati nel biennio 2019-2020”.

“Si tratta dell’ultima piantumazione di questa stagione, le prossime infatti riprenderanno dopo l’estate – ha spiegato Padovani -. Nel frattempo stiamo pensando ad un accordo con il Consorzio di Bonifica Veronese, per far sì che il camminamento già presente all ’interno di quest’area, in parte pubblico e in parte privato, possa essere fruibile da tutti. I residenti potranno così raggiungere in sicurezza il parco giochi senza dover passare dalla strada”.

G R

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui