Sportello di soccorso psicologico: boom di richieste di giovani universitari e adolescenti.

Sportello di soccorso psicologico: boom di richieste di giovani universitari e adolescenti.

Ciò che manca di più, ai giovani costretti alla didattica a distanza, è la socialità con i propri compagni e coetanei, la possibilità di uscire, frequentare gli amici a scuola e nei luoghi d’incontro. Una situazione di malessere, incertezza e inquietudine con conseguenze sugli equilibri familiari.
Ecco perché oltre ai ragazzi, anche i genitori si sono rivolti ai professionisti dello sportello psicologico, per un consiglio su quali comportamenti adottare e come risolvere situazioni più o meno drammatiche.
Il bilancio dei primi mesi di attività del servizio, frutto della collaborazione tra Comune e l’associazione  Psico-go, fotografa la paura generalizzata dei cittadini nei confronti del virus, il timore ad uscire, l’ansia nel gestire la solitudine piuttosto che la costrizione tra le mura domestiche.
Per tutto dicembre lo sportello manterrà gli orari attuali, aprendo al pubblico due giorni a settimana, il martedì e il giovedì con orario fisso dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 20.
Con l’inizio del nuovo anno verrà aggiunto un pomeriggio e si modificheranno gli orari mattutini in base alle richieste.
 L’obiettivo dell’iniziativa,  frutto del patto di sussidiarietà tra Comune e l’associazione di promozione sociale ‘Psico-go’, è quello di promuovere un’idea di benessere psicologico ed emotivo a diversi livelli, e facilmente accessibile a tutti.
La presidente di Psico-Go Elisa Bianchi ha così commentato:
“Siamo di fronte ad un crescente disagio psicologico della popolazione, che non fa distinguo di età o ceto sociale. Come associazione, era da un po’ di tempo che cercavamo di portare il nostro contributo alla società, lo strumento del patto di sussidiarietà si è rivelato quello giusto, perché unisce gli intenti del Comune e dei nostri professionisti. Lo scopo del Pronto soccorso psicologico non è quello di fornire un percorso di psicoterapia ma di aiutare chi ha un’emergenza e non sa come gestirla. A volte è sufficiente una parola per dare conforto, o più semplicemente saper ascoltare. Siamo contenti di poter aiutare le mamme e i loro figli. Per ogni situazione riusciamo a dare indicazioni utili a contenere il disagio e stare meglio in famiglia”.
Per agevolare i cittadini, lo Sportello ha potenziato le modalità di contatto, aggiungendo un numero telefonico fisso e una mail a cui scrivere per ricevere le informazioni necessarie.
mail: Psicogo.verona@gmail.com,
tel. 045-8350524
cell. 391-7627779
G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui